Blogger e Vlogger: due professioni dell’era dei social network

Durante l’era dei social network, sentiamo parlare sempre più spesso di nuove professioni strettamente connesse alle attività online. Tra i vari Social Media Manager e Instant Marketer, le due professioni sulle quali mi voglio soffermare oggi sono il Blogger e il Vlogger.

Il Blogger, in poche parole, è il creatore e curatore di un blog. Per blog si intende uno spazio online dove vengono visualizzati i contenuti multimediali caricati; il termine deriva da web-log, letteralmente “diario in rete” o “diario elettronico”.
Si definiscono blogger tutti coloro che pubblicano periodicamente sul proprio blog dei post, cioè notizie simili ad un articolo di giornale sugli argomenti più disparati.

Per diventare blogger le regole da seguire sono poche e riguardano la cura dell’aspetto estetico (il testo dev’essere ben formattato, di lettura scorrevole, e contenuto in un sito facilmente navigabile) e la qualità dell’argomento (gli articoli devono essere interessanti, emozionanti e devono istruire su qualcosa… o nessuno li leggerà!)

Il termine Vlog, invece, nasce dall’unione delle parole video e blog. Si tratta in effetti di un diario creato sotto forma di video, e pubblicato su youtube. Un Vlogger è quindi colui che ha deciso di aprire il suo blog pubblicando unicamente video. Il suo testo non è più destinato alla lettura dell’utente, ma è lui stesso a comunicarlo alla telecamera, e quindi agli spettatori.

Il web premia tanto il valore del prodotto video (la qualità dell’immagine e del suono, il montaggio, il linguaggio, il ritmo, l’originalità) quanto la capacità del vlogger di interagire con il proprio pubblico: nell’era dei social network, infatti, è fondamentale avere un riscontro da parte dei propri viewers.

Ma cos’è meglio: un blog o un vlog?

I vantaggi di un blog sono diversi: puoi scrivere innanzitutto di ciò che vuoi, puoi servirtene per ottenere visibilità come azienda (non a caso il blog fa spesso parte di un piano di content marketing aziendale). Se gestito al meglio, quindi, può addirittura aiutarti a guadagnare.
Ma anche il vlog ha dei lati positivi: i video sono da sempre molto più fruibili dei testi, ti permettono di metterci la faccia, e soprattutto di agganciare più persone sui social (cosa che con un blog è difficile).
Insomma tutto dipende dai tuoi obiettivi: se desideri aumentare il traffico e la visibilità del tuo sito aziendale, il blog è da preferire. Se invece vuoi solo trasmettere emozioni, raccontare qualcosa o creare audience, puoi optare per il vlog!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Astrambienteconvegni

Astrambiente Associazione Scientifica per la Tutela delle Risorse dell’Ambiente (Scientific Association for the Protection of Environmental Resources)

nomatterwhat

todo puede joderse en una milésima de segundo

Claudiabi

You only live once

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: